Guide Bonus

Cosa sono le quote minime?

Le quote minime sono sempre legate ai requisiti di puntata di un bonus del bookmaker. Le quote minime più popolari si trovano tra 1.50 e 2.00. Si possono effettuare delle scommesse con l’importo bonus a quote più basse ma non contano ai fini del raggiungimento dei requisiti di puntata.

Cosa sono le quote minime?

Come funzionano le quote minime?

Per ogni bonus deposito o bonus benvenuto con dei requisiti di puntata si trovano delle quote minime che devono essere mantenute per raggiungere i requisiti di puntate. Puoi effettuare delle scommesse sportive con l’importo bonus anche su quote inferiori ma non valgono ai fini del raggiungimento dei requisiti di puntata.

  1. Apri un nuovo conto gioco dal bookmaker di tua scelta e ricevi il loro bonus benvenuto.
  2. Per raggiungere i requisiti di puntata piazzi soltanto scommesse con le quote necessarie.
  3. L’importo bonus viene convertito in soldi prelevabili.

Capire come funzionano i requisiti di puntata è fondamentale, ma sappiamo già che per soddisfare i requisiti di puntata si devono rispettare delle quote minime.

Perché esistono delle quote minime?

Se per un bonus benvenuto non si trovano dei requisiti di puntata con quote minime, i vari giocatori possono piazzare le loro scommesse con l’importo bonus su partite con quote basse. Non otterranno un gran profitto ma almeno possono convertire l’importo bonus in soldi prelevabile in modo più sicuro.

Quali sono le quote minime più comune?

Le quote minime per i requisiti di puntata di un bonus benvenuto cambiano da ogni bookmaker. Quelli più comuni si trovano tra 1.50 e 2.00 ma possono anche essere più alte o basse.

Condividi

Commenta la guida